Settembre 2021: il mese della Fantascienza!

Se siete amanti della Fantascienza allora preparatevi, perchè a settembre ne vedrete (letteralmente) delle belle! Da tempo si aspettava una serie di uscite così attese, a cominciare naturalmente da quel “DUNE” che ha da tempo creato un hype come nessun altra pellicola in questi anni. Ma non è la sola a mettere in subbuglio i fan.

Appassionati di fantascienza mettetevi comodi, perchè dopo un’annata di rinvii e sofferenze (causa pandemia), sta finalmente per arrivare un settembre dove avremo solo l’imbarazzo della scelta. Che l’attesa sia altissima lo dimostra il fatto che da mesi (anni?) sui social si sta già animatamente discutendo su almeno un paio di uscite che hanno diviso le attese. Critiche per la verità al momento eccessive, visto che l’unica cosa certa è solo quanto si vede nei tralier disponibili, per la verità decisamente ben fatti proprio in ottica di aumentare ulteriormente l’hype a riguardo.

Le uscite di fantascienza di Settembre 2021

Stiamo ovviamente parlando soprattutto di due opere che, siamo certi, porteranno accese diatribe anche dopo la loro uscita, visto che coinvolgono due mostri sacri della fantascienza letteraria quali DUNE di Herbert (con l’ulteriore confronto con la prima trasposizione cinematografica di David Lynch) e la FONDAZIONE di Isaac Asimov.

DUNE di Denis Villeneuve (al cinema dal 16 settembre)

Di Dune dopo un lungo anno di attesa, si è già detto praticamente tutto quello che si poteva. Tutto era già pronto nel dicembre scorso, quando sarebbe dovuto uscire in sala ma si è preferito rimandare il tutto a tempi migliori. Ora sembra che finalmente ci siamo. L’Italia poi sarà un fulcro centrale per la pellicola, che non solo andrà in anteprima mondiale come fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia (biglietti sold out in un attimo), ma farà anche da apripista per quanto riguarda l’uscita in sala, con la prima data fissata per il 16 settembre.

Che dire di più di quanto già non si sia letto e visto in giro per internet: un cast da favola capeggiato dal giovane e talentuoso Timothèe Chalamet, uno dei migliori registi in circolazione come Denis Villeneuve, le musiche di Hans Zimmer, gli effetti speciali di un due volte premio Oscar come Paul Lambert, un trailer che ha già mostrato ambientazioni e atmosfere decisamente avvolgenti.

Per il resto ci sarà invece da aspettare la visione. E come diceva il poeta, l’attesa del piacere, non è essa stessa il piacere?

FOUNDATION (su Apple Tv dal 22 settembre)

Altra opera quasi “sacra” per i lettori di fantascienza, di uno degli autori più conosciuti del genere, Isaac Asimov. Rendere una storia ampia e complessa come quella della FONDAZIONE è impresa decisamente difficile, specie se nelle intenzioni non c’è solo quella di restituire la grandezza dei romanzi dello scrittore ma anche quella di rimodernarla in parte (quanto, lo si vedrà solo dopo la sua messa in onda). Lo si è visto subito con alcune scelte sui personaggi che hanno scatenato le “ire” di molti puristi sui social (vedi il fatto di aver cambiato “sesso” ad alcuni protagonisti), anche se come sempre è indispensabile prima vedere cosa avranno messo in scena.

Lo scopriremo dal 22 settembre su Apple Tv, quando inizierà la prima stagione da dieci episodi con protagonisti tra gli altri Jared Harris (sarà lui Hari Seldno), Lou Llobell, Lee Pace e Laura Bim.

Y: THE LAST MAN (22 settembre, Disney+)

Altra novità che potrebbe essere sorprendente è la trasposizione di un fumetto della DC Vertigo scritto da Brian K. Vaughan e disegnato da Pia Guerra. Si chiama Y: L’ultimo uomo sulla Terra.

Il titolo dovrebbe chiarire fin da subito quale sarà la trama portante della storia, che in effetti parte proprio dal momento in cui il mondo è devastato da una improvvisa catastrofe che uccide tutto il genere umano maschile. Tranne uno. Che sarà anche l’ultima speranza di sopravvivenza.

Tra i protagonisti anche Diane Lane (nel ruolo della neo Presidente USA), Ben Schnetzer (l’ultimo uomo), Olivia Thirlby, Marin Irlanda, Ambra Tamblyn e Ashley Romani.

MONDOCANE (3 settembre, al cinema)

C’è spazio anche per una novità tutta italiana, che pur non prettamente fantascientifica ha come ambientazione una Taranto di futuro prossimo, diventata una città desolata e recintata da cui nessuno può entrare o uscire. E al suo interno, gruppi diversi si contendono la supremazia delle fonti di sopravvivenza e del territorio, dove la violenza regna sovrana.

A capo di una delle gang è Tescacalda, ovvero Alessandro Borghi, che continua in questi ruoli particolarmente cruenti dopo essere stato protagonista in Suburra e Il Primo Re. Curiosità alle stelle perchè nel periodo più recente le opere di fantascienza italiane si contano sulle dita di un mano, specialmente quelle ben riuscite (nominare il solito “Lo Chiamavano Jeeg Robot” comincia a diventare un po’ ripetitivo).

Speriamo ovviamente di poter dire lo stesso di questo Mondocane, da ora in poi.

SHANG-CHI LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI (1 Settembre, al cinema)

E per coronare il tutto, ecco anche l’anello mancante in casa Marvel. Anzi, i dieci anelli mancanti. Seconda uscita della “Fase Quattro” del Cinematic Universe, dopo quello dedicato a Black Widow che in pratica ha fatto da anello (anche qua) di congiunzione dopo l’epopea degli Avengers.

Simu Liu sarà quindi Shang-Chi, in una pellicola che ci porterà nel classico “viaggio dell’Eroe” verso la sua consacrazione definitiva. In attesa di rivederlo poi, presto o tardi.

 

Recensione Temponauti Urania

Agosto 26, 2021

FantascienzaOggi Social Awards 2021 - Tutti i vincitori

Agosto 26, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *