I migliori libri di fantascienza del 2021 secondo il New York Times

Fare liste e graduatorie di libri è sempre faccenda molto complicata, perchè inevitabilmente si devono fare scelte che lasciano fuori altrettante opere meritevoli. Di contro però, i famosi “listoni” sono anche uno strumento utile per fornire un quadro immediato e qualche spunto utile, da cui poi prendono vita infiniti percorsi di lettura.

Lo facciamo spesso anche su queste pagine (vedi per esempio il recente sui 50 libri di fantascienza imperdibili degli anni duemila), e lo fanno praticamente tutte le maggiori testate di settore. Persino il New York Times, che ha voluto stilare un elenco dei 100 libri più interessanti del 2021 (qui l’elenco completo).

In lista ci sono soprattutto saggi e opere dedicate a storie e personaggi della cultura americana in particolare, ma anche titoli di fiction, narrativa in genere e qualche raccolta di poesie. Scorrendo l’elenco la domanda nasceva spontanea: ci sono libri di fantascienza? Beh, per fortuna qualcosa c’è, anche se abbiamo bisogno come sempre di allargare il raggio di azione del genere.

I libri di fantascienza più interessanti del 2021 secondo il New York Times

1. APPLESEED di Matt Bell

Il cambiamento climatico ha devastato la Terra della seconda metà del ventunesimo secolo, dove un’azienda privata possiede ormai tutte le risorse del mondo grazie al tempismo con cui ha investito in ingegneria genetica e scienze alimentari. Si combatte ora per cercare una equa distribuzione delle risorse oltre che dei poteri, in un momento cruciale per il futuro dell’umanità.

Mille anni dopo, il Nord America è ormai una desolata lastra di ghiaccio, in cui un solo essere senziente continua a vivere all’interno di una stazione tecnologica alla ricerca dell’ultimo residuo di civiltà.

Un romanzo ambizioso che unisce vari aspetti della fiction, del thriller tecnologico e della fiaba. Certamente un punto di vista molto forte sull’impatto del cambiamento climatico oltre che sulle responsabilità civiche e imprenditoriali a riguardo.

2. BEWILDERMENT di Richard Powers

L’astrobiologo Theo Byrne cerca la vita in tutto il cosmo mentre alleva da solo suo figlio di nove anni, Robin, dopo la morte della moglie. Robin è un ragazzo cordiale e gentile che passa ore a dipingere quadri di animali in via di estinzione. Sta anche per essere espulso dalla terza elementare per aver spaccato in faccia il suo amico. Mentre suo figlio diventa sempre più turbato, Theo spera di tenerlo lontano dagli psicofarmaci. Viene a conoscenza di un trattamento sperimentale di neurofeedback per rafforzare il controllo emotivo di Robin, che prevede l’addestramento del ragazzo sugli schemi registrati del cervello di sua madre…

Con le sue descrizioni del mondo naturale, la sua allettante visione della vita dopo la morte e il suo racconto dell’amore feroce di un padre e un figlio, Bewilderment segna il romanzo più intimo e commovente di Richard Powers. Al centro c’è la domanda: come possiamo dire ai nostri figli la verità su questo bellissimo pianeta in pericolo?

3. CLOUD CUCKOO LAND di Anthony Doerr

Ambientato a Costantinopoli nel XV secolo, in una piccola città nell’attuale Idaho, e su una nave interstellare tra decenni, il meraviglioso terzo romanzo di Anthony Doerr è un trionfo di immaginazione e compassione, una storia di bambini alle soglie dell’età adulta che vivono in mondi in pericolo, che trovano resilienza, speranza e un libro. In Cloud Cuckoo Land, Doerr ha creato un magnifico arazzo di tempi e luoghi che riflette la nostra vasta interconnessione, con altre specie, con coloro che hanno vissuto prima di noi e con coloro che saranno qui dopo che ce ne saremo andati.

La tredicenne Anna, orfana, vive tra le maestose mura di Costantinopoli in una casa di donne che si guadagnano da vivere ricamando le vesti dei sacerdoti. Irrequieta, insaziabilmente curiosa, Anna impara a leggere, e in questa antica città, famosa per le sue biblioteche, trova un libro, la storia di Aethon, che desidera essere trasformato in uccello per poter volare in un paradiso utopico nel cielo. Lo legge alla sorella malata mentre le mura dell’unico posto che ha conosciuto sono state bombardate durante il grande assedio di Costantinopoli. Fuori dalle mura c’è Omeir, un ragazzo del villaggio, a miglia di distanza da casa, arruolato con i suoi amati buoi nell’esercito invasore. La sua strada e quella di Anna si incroceranno.

Cinquecento anni dopo, in una biblioteca dell’Idaho, l’ottantenne Zenone, che ha imparato il greco come prigioniero di guerra, prova cinque bambini in un adattamento teatrale della storia di Aethon, preservata contro ogni previsione attraverso i secoli. Nascosta tra gli scaffali della biblioteca c’è una bomba, piazzata da un adolescente travagliato e idealista, Seymour. Questo è un altro assedio.

E in un futuro non troppo lontano, sulla nave interstellare Argos, Konstance è sola in un caveau, copiando su frammenti di tela la storia di Aethon, raccontatale da suo padre. Non ha mai messo piede sul nostro pianeta.

4. KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro

Unico della lista a essere già stato tradotto anche qua da noi (Einaudi), di questo libro abbiamo già parlato a lungo visto che è stato sicuramente una delle grandi opere uscite in questa stagione editoriale (se non avete ancora letto la nostra recensione, potete farlo ora!)

Dalla vetrina del suo negozio, Klara osserva trepidante il fuori e le meraviglie che contiene: il disegno del Sole sulle cose e l’alto Palazzo RPO dietro cui ogni sera lo vede sparire, i passanti tutti diversi, Mendicante e il suo cane, i bambini che la guardano dal vetro, con le loro allegrie e le loro tristezze. Ogni cosa la affascina, tutto la sorprende. La sua voce, cosí ingenua ed empatica, schiva e curiosa quanto quella di un animale da compagnia, appartiene in realtà a un robot umanoide di generazione B2 ad alimentazione solare: Klara è un modello piuttosto sofisticato di Amico Artificiale, in attesa, come la sua amica Rosa e il suo amico Rex, e tutti gli altri AA del negozio, del piccolo umano che la sceglierà. A sceglierla è la quattordicenne Josie.

E fin dalla sua prima visita al negozio, nonostante l’ammonimento di Direttrice sulla volubilità dei bambini, Klara sente di appartenerle, e per sempre. Josie è una ragazzina vivace e sensibile, ma afflitta da un male oscuro che minaccia di compromettere le sue prospettive future. Per lei Klara è pronta ad affrontare la brusca autorevolezza di una madre cupa e indecifrabile, l’ostilità spiccia di Domestica Melania e gli scherzi cattivi dei compagni speciali che frequentano con Josie gli «incontri di interazione», e che mal sopportano i diversi. Quando la malattia di Josie colpisce piú duramente, Klara sa che cosa fare: deve trovare colui da cui ogni nutrimento discende e intercedere per la sua protetta, anche a costo di qualche sacrificio; deve impegnarcisi anima e corpo, come se anima e corpo avesse. Nel primo romanzo dopo il conferimento del Premio Nobel per la Letteratura, Ishiguro torna ai temi esplorati in Non lasciarmi per offrirci una nuova meditazione indimenticabile e struggente sul valore dell’amore e del sacrificio e sulla complessità del cuore umano, composito e sfaccettato come i riquadri in cui si fraziona la vista dell’androide Klara.

5. ONE LAST STOP di Casey MCQuiston 

Per la cinica ventitreenne August, trasferirsi a New York dovrebbe darle ragione: che cose come la magia e le storie d’amore cinematografiche non esistono, e l’unico modo intelligente per affrontare la vita è da soli. Non riesce a immaginare come servire ai tavoli in un ristorante di pancake aperto 24 ore su 24 e trasferirsi con troppi strani coinquilini possa cambiare le cose. E non c’è certamente alcuna possibilità che il suo tragitto giornaliero in metropolitana sia qualcosa di più di un arrancare quotidiano attraverso la noia e i guasti elettrici. Ma poi, c’è questa splendida ragazza sul treno. Jane. Jane abbagliante, affascinante, misteriosa, impossibile. Jane con i suoi spigoli vivi, i capelli sciolti e il sorriso morbido, che si presentava con una giacca di pelle per salvare la giornata di agosto quando ne aveva più bisogno.

La cotta da metropolitana di August diventa la parte migliore della sua giornata, ma ben presto scopre che c’è un grosso problema: Jane non sembra solo una vecchia punk rocker. È letteralmente bloccata nel tempo dagli anni ’70 e August dovrà usare tutto ciò che ha cercato di lasciare nel suo passato per aiutarla. Forse è ora di iniziare a credere in alcune cose, dopotutto. One Last Stop di Casey McQuiston è una storia d’amore magica, sexy e dal grande cuore in cui l’impossibile diventa possibile mentre August fa tutto ciò che è in suo potere per salvare la ragazza persa nel tempo.

6. STRANGE BEASTS OF CHINA di Yan Ge

Nella città di Yongan, uno scrittore di fantascienza e criptozoologo dilettante viene incaricato di scoprire le storie delle sue favolose bestie. Queste creature, con i loro stomaci verdastri, branchie e strane voglie, vivono accanto agli umani in modo quasi impercettibile, alcune con antichi antenati, altre progettate come razze artificiali.

Guidata e spesso fuorviata dal suo elusivo professore universitario e dal suo sgangherato compagno di studi Zhong Liang, la nostra narratrice si ritrova in missione per rintracciare ogni specie. E mentre vaga da una situazione poco plausibile all’altra, si avvicina di un passo alla rivelazione della sua multiforme bestialità.

In parte romanzo poliziesco, in parte indagine metafisica, Strange Beasts of China affronta le questioni esistenziali di identità, essere, amore e moralità con fantasia e grazia.

Recensione Resurrezione di Elena di Fazio

Novembre 24, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *